Biohacker e Gene Therapy

La scorsa settimana l’FDA (U. S. Food and Drug Administration) ha emesso una nota informativa circa la “autosomministrazione di terapia genica”.

La cosa mi ha oggettivamente sorpreso: ok parlare di rischio di bioterrorismo, di sicurezza informatica, di attenzione alla privacy, tra cui quella dei dati genetici… ma pensare che ormai la terapia genica sia così alla portata della popolazione che sia necessario emettere un avviso da parte della massimo ente regolatorio negli Stati Uniti mi sembrava troppo.

Ho quindi deciso di capirne un pò di più ed effettivamente la situazione merita attenzione: alla prima ricerca su internet ho trovato la frase di questo “genio”, Josiah Zayner.

Voglio vivere in un mondo in cui quando ti ubriachi puoi scegliere se andarti a fare un tatuaggio o se modificarti il DNA utilizzando CRISPR.

Il personaggio in questione è il CEO o fondatore di una piccola azienda che produce  alcuni kit per “giocare” con la biologia il che è di per se è ammirevole e da promuovere: come tutto ciò che permette alla popolazione di capire.

Dice di sé che ha lavorato alla NASA e ha un PHD, quindi deve essere per definizione attendibile?

Uno dei kit permette di usare CRISPR/Cas9 per rendere E. Coli resistente ad un antibiotico. Non è un antibiotico nuovo, non è una cosa pericolosa. Fin qui tutto bene e nulla di particolarmente innovativo: con metodiche diverse lo facevo alla fine del liceo ormai oltre 15 anni fa.

Ovviamente va fatto quel che si può per farsi pubblicità e quindi ha utilizzato questo “strumento” per parlare di qualcosa che tutti – anche i media – potessero capire. E lo ha fatto in diretta Facebook: l’obiettivo ufficiale è quello di dimostrare che è possibile per chiunque farsi crescere dei bei muscoli “fluorescenti” tagliando il gene che codifica per l’enzima “miostatina” che mette naturalmente un freno alla crescita muscolare. Il kit è composto da un tubo contenente il DNA con il plasmide su cui è inserito il costrutto. Il tutto alla democratica cifra di 20$. Non indico però i link perché – visto quanto segue – non credo sia una buona idea aiutare questo personaggio.

Una base “scientifica” a quel che dice c’è.

  • Nei paesi bassi è stata selezionata – attraverso una serie di incroci – una super-mucca, chiamata Belgian Blue Cattle. Si trovano molte info in rete, io condivido solo quelle che trovo sul sito della FAO, è un PDF con 8 pagine molto chiare. Si parla anche dei “difetti” che questo incrocio ha e delle relative difficoltà di allevamento (tra cui la necessità di effettuare parti cesarei), e viene tra l’altro sconsigliato di mantenere la razza pura raccomandando di “stemperarla” attraverso incroci con altre razze. La mutazione è presente – in varianti meno forti – anche in razze nostrane, tra cui Piemontese (citata anche nell’articolo citato sopra) e Marchigiana.
  • Ricercatori Cinesi e Sud Coreani hanno prodotto – attraverso CRISPR – dei maiali con il doppio della muscolatura di un maiale “normale”. C’è un interessante report scientifico su Nature. Nell’articolo si chiarisce molto bene che non è banale far entrare il vettore nelle cellule e che non tutti i vettori poi vengono espressi. Qui si parla di singole cellule, che poi sono state fatte crescere e hanno dato vita ad “embrioni ricostruiti”: quindi una cellula modificata da poi vita ad un organismo con la medesima modifica genetica. C’è anche un capitolo sugli off target… che sono bassi, ma ripeto si tratta di una sola cellula: quella che va bene la salvi, le altre le fai fuori… hanno impiantato oltre 900 embrioni (in 5 “mamme”) e sono nati 12 maialini. Nell’articolo non spiegano in dettaglio come mai questa grande moria… non sono un esperto di “feti ricostruiti”, immagino comunque che sia una procedura che dia una scarsa efficienza.

Modificare però le cellule di un individuo adulto è molto meno semplice e – direi – meno sicuro. Anche se ovviamente in prospettiva molto interessante.

Ho pertanto voluto vedere il video per capire di cosa si trattasse. La procedura di per se è una iniezione direi intravena che dura pochi secondi, il tutto condito da tante – troppe – chiacchiere.

  • Non ha un adattatore HDMI per il suo portatile… quindi non proietta un bel nulla. Lo fa sembrare un caso… ma o è completamente andato (o ubriaco) oppure lo ha fatto a posta per parlare del nulla (d’altronde aveva preparato l’evento, non era una intervista per strada).
  • Per riempire il tempo beve ingenti quantità di scotch che offre anche alla platea a cui spiega che finalmente non siamo più schiavi dei nostri geni grazie alla sua “invenzione” che democratizza CRISPR.
  • Con il suo kit è possibile tagliare qualsiasi gene, in particolare lui vuole farsi crescere dei bei muscoli, quindi ha preparato una provetta con cui tagliare la miostatina, inserendovi all’interno un gene che codifica per una proteina “fluorescente”. Inibire un gene con un “marcatore” è pratica comune proprio per poter vedere l’espressione del marcatore prima ancora che si manifesti il carattere fenotipico della inibizione del gene target.
  • Da quel che si capisce ha prodotto un plasmide (che si replica in e. coli) che esprimerebbe il “pacchetto enzimatico” necessario, iniettandolo in compagnia di non meglio identificati “polimeri cationici” dovrebbe poter entrare nelle cellule e quindi venire espresso e poi espletare la sua attività.

Ovviamente non c’è alcuna prova che quello che si è iniettato sia davvero ciò che lui vende… né che si sia davvero iniettato qualcosa.

Ma anche se si fosse iniettato quel che dice verosimilmente non accadrebbe nulla: il sistema immunitario distruggerà in breve tempo quel DNA libero in circolo (i polimeri cationici aiutano tra l’altro l’inserimento nelle cellule tramite endocitosi, che è proprio quello che fanno le cellule bianche). Si è beccato qualche decina di migliaia di click e qualche intervista.

Il “genio” dice c’è sicuramente la possibilità che tagli “fuori target” ma se hai perso la lotteria genetica puoi tentare con la “lotteria” CRISPR. Io gli consiglio di berci sopra e di fermarsi li

Fake news, nonostante tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...